Le aziende sanitarie si dovranno attrezzare nel giro di 6 mesi per consentire ai cittadini di pagare on line le prestazioni sanitarie (i ticket in particolare), ma anche per abbandonare la carta inviando, ai pazienti che lo desiderano, i referti e i risultati degli esami via web.

Questo il risultato del cosiddetto “decreto sviluppo”, pubblicato sulla «Gazzetta Ufficiale» n.110, il decreto legge del 13 maggio 2011, n. 70 «Semestre Europeo – Prime disposizioni urgenti per l’economia». Dall’entrata in vigore di quest’ultimo decreto le Asl avranno a disposizione 90 giorni per mettersi in regola.

Leggi tutto

Annunci