The Guardian: Serve un nuovo piano Marshall

Per uscire dall’interminabile crisi del debito, l’Europa avrebbe bisogno di un programma ambizioso come quello promosso dagli Stati Uniti nel dopoguerra. Ma stavolta la volontà latita e gli avversari sono molti e potenti.

Nel 1947 gli americani innescarono la ripresa economica dell’Europa attraverso il piano Marshall. Oggi c’è chi vorrebbe che l’Europa ne mettesse a punto uno nuovo per salvare se stessa. Il presidente della Commissione europea José Manuel Barroso e il primo ministro polacco Donald Tusk – prossimo presidente del Consiglio dei ministri europei – hanno fatto capire chiaramente che il governo di Atene e altri esecutivi d’Europa non saranno più in grado di “vendere” agli elettori nuovi programmi di austerity con la promessa della ripresa economica e del rinnovamento. Il voto della settimana scorsa ha fatto guadagnare un po’ di tempo a tutti, ma non molto. Un nuovo piano Marshall è un’ipotesi realizzabile o soltanto una speranza vana? Riesaminare brevemente la situazione dell’Europa negli anni quaranta può essere utile per capire la realtà attuale e individuare gli ostacoli futuri.

leggi tutto su presseurope.eu

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close