Il Forum Nazionale dei Giovani , piattaforma che raccoglie oltre 80 associazioni giovanili italiane e tra queste i Giovani Medici SIGM, esprime la sua forte condanna per l’attentato di Brindisi e manifesta la sua più profonda vicinanza alle famiglie colpite.

“Colpire una scuola significa colpire tutti noi – afferma il Consiglio direttivo in una nota – Aspettiamo di conoscere dagli inquirenti la matrice di questo terribile e sconvolgente attentato ma gli infami che mettono una bomba davanti ad una scuola intitolata a Falcone, a vent’anni dall’anniversario della sua morte, meritano di essere consegnati alla giustizia al più presto”.

“Noi non abbiamo paura di queste persone – prosegue la nota – l’antimafia è uno dei nostri valori e le bombe non fermano questa nostra convinzione”.“Provoca ancora più rabbia il fatto che l’attentato sia avvenuto proprio nel giorno in cui a Brindisi fa tappa la Carovana della legalità e che l’attentato avvenga a pochi giorni dalla partenza della Nave della legalità, – conclude la nota – Restiamo sempre più convinti che la coscienza civica manifestata attraverso queste iniziative, che coinvolgono decine di migliaia di ragazzi, siano la migliore forma di mobilitazione contro la mafia partendo dalla sensibilizzazione delle coscienze dei più giovani”.

“Il nostro appello va alle istituzioni e alla società civile, che siano in questo momento unite nel dolore ma anche nel dare una ferma risposta senza tentennamenti a chi semina il terrore nel paese volendo deliberatamente colpire dei ragazzi, presente e futuro della nostra società”.

20120520-192101.jpg

Annunci