Il fabbisogno annuo di specializzandi è di 8.848 unità, ma per l’anno accademico 2010-2011 (quello iniziato a luglio u.s.) il numero dei contratti di formazione specialistica a carico dello Stato è stato fissato in 5.000 unità per il primo anno di corso.

E’ pubblicato sulla «Gazzetta Ufficiale» n. 258 del 5 novembre 2011 il decreto del ministero della Salute 22 luglio 2011 «Determinazione del numero globale di medici specialisti da formare ed assegnazione dei contratti di formazione specialistica per l’anno accademico 2010/2011».
Il decreto fa riferimento alla nota prot. 0027337, del 24 febbraio 2011 con la quale il ministero dell’Economia ha comunicato che le risorse disponibili nel 2011, per l’anno accademico 2010 – 2011 ammontano a 562.101.876,00 euro.

Considerato che nella nota l’Economia rileva che occorre considerare per la copertura finanziaria, «le risorse rivenienti dalla mancata assegnazione di contratti, per lo stesso anno accademico, pari a 73.370.492,00 euro» tenuto conto di quanto comunicato dal ministero dell’Istruzione il 24 gennaio 2011 e considerato che l’Economia ha precisato che le disponibilità complessive (562.101.876,00 euro + 73.370.492,00 euro ) hanno consentito il finanziamento per l’anno accademico 2010 – 2011 di complessivi 21.741 contratti di formazione specialistica a carico dello Stato, di cui n. 5.000 riferiti al primo anno di corso. Il ministero ha assegnato i 5mila contratti per il primo anno, la cui ripartizione tra le specilità si provvederà tenendo conto dei criteri di priorità indicati dal tavolo di lavoro previsto dall’Accordo Stato-Regioni il 25 marzo 2009 e della capacità formativa delle scuole.

IL TESTO DEL DECRETO

Annunci