Cari Colleghi,
il Segretariato Italiano Giovani Medici (S.I.G.M.) e la Società Italiana Medicina Generale in Formazione (SIMGIF), in collaborazione coi Comitati Autonomi Regionali dei Medici iscritti al Corso di Formazione in Medicina Generale, al fine di sensibilizzare le Istituzioni nel senso di valorizzare il ruolo dei medici iscritti al Corso di formazione specifica di medicina generale, propongono alla vostra attenzione una Mobilitazione Nazionale, che si tradurrà in un sit in che avrà luogo a Roma, in data 15 maggio 2012, dalle ore 14.00 alle ore 17.00, a Piazza Montecitorio.

Le ragioni della protesta, che scaturiscono dalle criticità che investono costitutivamente la condizione dei medici in formazione specifica in medicina generale, sono sintetizzate in un documento di proposte (scarica allegato) che vuole essere il manifesto di una serie di iniziative che ci vedranno impegnati nei futuri mesi su tutti i fronti Istituzionali utili ad ottenere i dovuti riconoscimenti nei confronti di una categoria che merita sostegno ed attenzioni ben maggiori di quelle tributatale in passato.
Teniamo a sottolineare che il nostro vuole essere un movimento di pensiero autonomo, che per la prima volta auspichiamo vedrà convergere in maniera unitaria le differenti sensibilità dei giovani camici bianchi che compongono il panorama della formazione specifica di medicina generale. La nostra è una proposta inclusiva alla quale invitiamo ad aderire tutti i colleghi, nessuno escluso.
Il nostro Segretariato, al pari di ogni giusta e sacrosanta rivendicazione riportata nel documento, ha cercato di mettere al centro della protesta e della proposta il tema del miglioramento della formazione e professionalizzazione del giovane medico iscritto al corso specifico di medicina generale, che è il presupposto per qualificare e conferire autorevolezza alla figura del medico di famiglia all’interno del SSN. Inoltre, tale azione vuole significare la piena e concreta solidarietà ai colleghi in formazione specifica di medicina generale (dopo la vertenza IRPEF che ha ingiustamente discriminato le borse regionali non universitarie), da parte di tutte le tipologie in cui si articola la categoria dei giovani medici (specializzandi, specialisti, dottorandi, ecc.), le cui istanze il SIGM cerca di rappresentare, nel convincimento che si debba superare la logica di parte (o di comparto) e che si debba ricondurre il tutto ad un’ottica di sistema.
Siamo convinti che l’attuale crisi economico-finanziaria, se correttamente approcciata, potrà rappresentare un’occasione per innestare il cambiamento della “mentalità” imperante che ha prodotto gli sfaceli, i cui effetti si ripercuotono oggi nei confronti delle giovani generazioni di medici.

SIGM – Dipartimento Formazione di Medicina Generale (SIMeG)

Annunci